BRUNO PEZZELLA A FV, GERMAN TORNERÀ PRESTO: NON SENTE IL DOLORE. A FIRENZE...

di Andrea Giannattasio
articolo letto 8248 volte
Bruno, Barbara, German Pezzell
Bruno, Barbara, German Pezzell

La notizia dell’infortunio di German Pezzella ha avuto pesanti strascichi un po’ ovunque. A Firenze e in tutta Italia fin da subito visto che, per la disperazione dei tifosi viola e dei fantallenatori, sarà costretto a rimanere ai box uno dei migliori difensori centrali del campionato, ma poi di riflesso anche in Argentina, dove i grattacapi maggiori saranno invece per il ct dell’Albiceleste Scaloni, che dovrà fare a meno del capitano viola per le amichevoli di metà marzo contro Venezuela e Marocco. Anche in casa Pezzella, tuttavia, il clima sabato sera non è stato dei più idilliaci, almeno fino a quando la Fiorentina non ha emesso ieri il report che ha certificato l’assenza dai campi di German per almeno un mese. Per capire che aria tira adesso all’interno della famiglia dell’argentino, Firenzeviola.it ha contattato Bruno Pezzella, fratello calciatore del numero 20 viola e attuale punto di forza del Club Atlético Sansinena Social y Deportivo (nella foto assieme alla sorella Barbara): “Abbiamo visto tutti in casa la partita di German e ho sofferto molto quando l’ho visto infortunato” ci ha raccontato Bruno “Ma vederlo rimanere in campo mi ha dato fin da subito un po’ di tranquillità. Gli esami che ha effettuato hanno sancito che per fortuna il guaio che ha avuto non era grave come sembrava in un primo momento ma confesso che quando ho visto la sua faccia durante la partita con il Napoli abbiamo avuto tutti un po’ di paura in famiglia”.

Quando crede che potrà tornare a giocare German?
“I tempi non li conosco ma, sapendo che tipo è mio fratello, scommetto che farà di tutto per tornare in campo il prima possibile. Ha già dimostrato che può giocare con il dolore: certi fastidi lui non li sente nemmeno. Per cui sono convinto che al più presto lui sarà di nuovo sul rettangolo verde”.

Ha parlato con lui in queste ore? Come lo ha sentito?
“Sì, ci sentiamo tutti i giorni. Mi ha detto che i medici stanno lavorando tutti i giorni con lui per farlo tornare a giocare quando sarà possibile, senza però precorrere i tempi. Per infortuni come il suo di solito si sta fuori due mesi ma io lo conosco… è impossibile che stia fuori così tanto, farà di tutto per tornare in campo presto. Speriamo bene davvero”.

Quella attuale sembra essere la stagione della sua consacrazione: è d’accordo?
“Sì, German sta giocando benissimo. Lui a Firenze si sente a casa e questo si vede quando gioca. Quando parlo con lui, mi racconta sempre di come sia bello il gruppo della Fiorentina, di come sia grande lo spirito di voler lottare fino alla fine in ogni partita. Per i tifosi vedere dettagli del genere è a mio avviso una delle cose più belle, al di là dei risultati che poi si ottengono”.


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy