SEZIONI NOTIZIE TMW RADIO

VALENTINI, Si pensi soluzioni alternative per Serie A

di Redazione FV
Vedi letture
Foto

A parlare dei temi del momento a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è stato l'ex dirigente Figc, Antonello Valentini.

Che ne pensa dei casi di giocatori andati via dall'Italia?
"Era legittimo, ma non condivido. E' un problema di serietà. Non ho apprezzato certe cose, anche se in taluni casi c'erano problemi specifici. Quando torneranno in Italia, dovranno stare in quarantena. I giocatori si assumono la responsabilità di quello che hanno fatto e nel caso devono essere perseguiti. Non c'entrano le società".

PUBBLICITÀ

Il futuro del campionato. Cosa accadrà?
"Mi auguro che il campionato possa finire regolarmente, anche se c'è da vedere i tempi. A deciderlo saranno gli scienziati e il virus. La Federazione ha un ruolo di coordinamento per l'organizzazione dei campionati complessiva. Spero non tornino le sceneggiate viste settimane fa tra i presidenti di Serie A. Ancora ieri ho visto il dibattito tra Agnelli e Lotito. Le Leghe e la Federazione hanno il dovere di creare dei piani, per capire come riprendere quando sarà possibile. Il problema però ora non è quando riprendere ma se si riuscirà a riprendere. Bisogna preparare tutte le ipotesi alternative. La grande sfida sarà quella di conciliare tutti gli interessi: campionati, coppe e i diritti delle squadre nazionali".

Taglio degli stipendi: quale deve essere il ruolo della Federazione?
"Sta agendo su due fronti: essere sintesi delle varie posizioni, da portare all'attenzione del ministro Spadafora, per revisione della legge Melandri e di altri aiuti. Per quanto riguarda gli stipendi, siamo in presenza di contratti privatistici. Anche il sindacato calciatori può dare orientamenti, ma ci vuole la volontà di ciascuno per procedere ad una decurtazione dell'ingaggio. All'estero in alcuni campionati, dei club stanno pensando a soluzioni del genere. Spero che l'Aic faccia la sua parte. La Serie A però è un conto, ma ci sono giocatori di B e C che guadagnano molto meno. Chi guadagna di più, ha il dovere di fare di più".

Altre notizie
Giovedì 13 agosto 2020
17:00 News DS AARHUS, Vorremmo Diks, ma prima lui e ACF... 16:40 Avversari LUCAS (HELLAS), Finale coi viola storica: il mister... 16:20 News MILIK, Il Napoli chiede 40 milioni: dalla Juve 4 nomi 16:00 Primo Piano SKY, Dalbert-Biraghi, il rinnovo scambio è vicino 15:40 Primo Piano VENERATO, Maksimovic ai saluti: su di lui la Viola
PUBBLICITÀ
15:20 News TOSCANA, 28 nuovi casi di Covid-19, zero i decessi 15:00 Copertina VIOLA, ANCORA UN COLPO DA COPERTINA: MA PER MANDZUKIC E THIAGO SILVA SI FA DURA 14:40 News RANIERI, Il difensore è nel mirino della Salernitana 14:20 News PERCASSI, Ilicic adesso sta meglio: siamo ottimisti 14:00 News CEROFOLINI, La Viterbese in pressing sul portiere 13:40 News GENOA, Preziosi: "Vendo il Genoa: come Commisso..." 13:20 News CHAMPIONS, Negativi tamponi dell'Atletico Madrid 13:00 Rassegna stampa CASTROVILLI, Un anno fa quasi al Bologna. Ma poi... 12:40 News RONALDO, Il biografo: "Juve lo sta offrendo a tutti" 12:20 News ACF, Gli auguri social a Lirola per i suoi 23 anni 12:00 Rassegna stampa VECINO, L'Inter rifiuta l'offerta del Torino. Si tratta 11:40 News DOMENECH, Punge Gasperini: "Grazie per i cambi" 11:20 Rassegna stampa NAPOLI, Con l'addio di Koulibaly punta su Pezzella 11:00 Notizie di FV LA SITUAZIONE DEI 2022 10:40 Rassegna stampa RICCI, Ci sono ACF-BVB: le richieste sue e di...