L'UNICA SICUREZZA NELLA RICETTA CONTRO LA STERILITÀ

di Dimitri Conti
articolo letto 1960 volte
Foto

La Fiorentina segna poco. E questo è un dato di fatto, viste le 33 reti messe a segno nelle 24 giornate di campionato collezionate sin qui dalla squadra di Pioli. Con 1,375 gol segnati di media a partita, il peso dell'attacco viola ne rispecchia perfettamente la posizione di classifica: i gigliati sono undicesimi in entrambe le graduatorie. Il miglior realizzatore di squadra è il centravanti Giovanni Simeone, grazie alle 7 reti messe a segno. Considerando che il Cholito ha giocato tutte le partite della sua squadra in Serie A, non sono poi così tanti. A testimoniarlo anche la media realizzativa, che racconta di un gol segnato ogni 286'. Sono più di tre partite: non parliamo certo di uno score particolarmente esaltante. Ecco perché, viste la presenza di Falcinelli a scalpitare in panchina e la scomparsa recente di Thereau dalle gerarchie dell'undici titolare, l'unico giocatore veramente certo del posto là davanti anche nel prossimo futuro sia un altro.

Per quanto l'argentino lotti e sgomiti ogni singolo minuto che trascorre sul rettangolo verde, i numeri rendono evidente che fino a questo momento il suo definitivo salto di qualità nella finalizzazione ancora sia da attendere. Ecco che allora Pioli sta lavorando per risolvere il problema della sterilità offensiva, e per farlo ha in mente di disegnare un nuovo ruolo in campo per Federico Chiesa. Il miglior talento in rosa a volte si è visto addirittura sacrificato a fare il tornante destro a tutta fascia, ma adesso l'allenatore avrebbe deciso di avanzarne e accentrarne la posizione in campo, per avvicinarlo ulteriormente alla porta. I tiri dalla lunga distanza del talentino sono, allo stato attuale, una delle poche armi chiare ed evidenti del reparto offensivo gigliato, e farli partire da cinque-dieci metri meno lontani, potrebbe dunque rivelarsi la mossa vincente per combattere la sterilità latente nel reparto. Magari già a partire da Bergamo.

LEGGI ANCHE: Cholito extra-lusso. Un suo gol "costa" 500.000 euro


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI