COMUNQUE BRAVI, CHIESA ANCHE TROPPO! APPLAUSI PERICOLOSI

di Sonia Anichini
Vedi letture
Foto

Se c’è una certezza nella vita dei tifosi viola è quella del motto che li contraddistingue: mai una gioia! Ora, non mi aspettavo niente dalla gara allo Stadium e quello che ho visto mi è anche piaciuto, ma quante parolacce abbiamo detto, insieme a quelle di Chiesa, dopo il palo e la traversa che il nostro ragazzo ha colpito? I viola hanno giocato un ottimo primo tempo e la Fiorentina poteva benissimo aver fatto quattro gol ma, vuoi l’imprecisione, vuoi i legni, non è riuscita ad ottenere un bottino più consistente. Poi, visto che i gobbi erano straniti e spenti per l’uscita dalla Champions, abbiamo pensato bene di aiutarli nell’impresa, minima per loro, di raggiungere almeno lo scudetto e abbiamo fatto un errore con Hancko nel gol del pareggio di Sandro e completato l’opera con l’autogol di Pezzella. Non colpevolizzo nessuno, hanno fatto uno spezzone di gara molto intenso e forse qualcosa di Montella comincia a vedersi, e spero solo che le buone sensazioni vengano messe in cassaforte per utilizzarle giovedì in Coppa Italia.

In fondo è andata come purtroppo ci aspettavamo e a suon di pareggi e sconfitte ci troviamo ancora al decimo posto in classifica, anzi undicesimo perché siamo stati raggiunti dal Cagliari al quale però siamo dietro negli scontri diretti con un pari a Firenze e una sconfitta in terra sarda. Non c’è certo da essere felici se poi si guarda dietro e vediamo Spal e Sassuolo a soli due punti di distanza. I neroverdi inoltre saranno i nostri prossimi avversari al Franchi nello scontro avvincentissimo di lunedì 29 aprile. Roba che fa brillare gli occhi e palpitare il cuore dall’emozione! Per fortuna che nel frattempo dobbiamo concentrare tutte le nostre energie sull’incontro con l’Atalanta a Bergamo e quanto visto contro la Juve mi rincuora un po’ rispetto a qualche giorno fa. Sarà una partita di un’importanza fondamentale per la nostra storia e spero in una bocca di c…, qualche palo e qualche disattenzione in meno, per arrivare alla finale. I

Il motivo che maggiormente mi fa ben sperare è la forma strepitosa di Chiesa che anche ieri ha dato spettacolo davanti alle truppe bianconere mostrando, anche troppo, tutte le sue doti. Anche troppo è legato alla paura di vederlo finire fra quella gente, anche troppo perché gli stessi gobbi lo hanno pubblicamente applaudito quando è uscito dal campo e non è abitudine farsi complimenti fra le nostre fazioni. Si è accesa la luce “pericolo”! Se ripenso alla notizia uscita in settimana, che parlava di un affare da 120 milioni per comprare la coppia Chiesa Milenkovic da parte della Juve, mi sembra che i due ragazzi si siano messi in mostra nel modo migliore davanti al popolo juventino, sembrava volessero ribadire il concetto "sarebbero soldi ben spesi". Il difensore si è pure messo a fare gol, mentre Federico ci ha provato in tutti i modi e sono stati determinanti nel gioco viola. Per entrambi la telenovela andrà in onda fino a questa estate, con la quasi certezza che il serbo sarà sacrificato alla copertura dei buchi di bilancio e con la speranza che Federico ce la faccia a restare ancora con noi.

Intanto Chiesino nostro divertiti e divertici regalandoci uno splendido 25 aprile!

La Signora in viola